Un volo sonoro e visivo sospeso fra percezione, desiderio e vibrazione.

Un volo sonoro e visivo sospeso fra percezione, desiderio, sogno, vibrazione.
Weach Illuminati, Mymovies.it
Un film dove tutto, numeri, note, fotografia, parole,
nasconde un simbolo o un significato da scoprire.
Antonella Molinaro, Cinemio.it
Un film dove tutto è esperienza sensoriale, codice, rivelazione.
Anna Piazza, giornalista freelance
Singolare esempio di un cinema di ricerca che si affida a un ritmo
fluido e magnetico, per veicolare con leggerezza concetti importanti.
Stefano Coccia, Cineclandestino.it
Un film raffinato, ricercato, colto. E di pettinata eleganza.
Catello Masullo, Ilpareredellingegnere.altervista.org
Questo film può dirsi forte di una minore ma importante
conquista: quella di essere se stesso, di possedere una grammatica
della narrazione originale, al limite tra sogno e realtà.
Giulia Sterrantino, Opereprime.org
Un film narrativo unico e molto estetico costruito attorno al numero tre.
Simon Bertrand, Oaxaca Film Festival
Il film recupera una visione spirituale della vita, stagliandosi pertanto
nella coraggiosa cifra di uno spettacolo “controcorrente”.
Marcello De Stefano, regista
Un film ricco e fine nei particolari, nei colori, che mi lascia dentro
la luce delle scene, della gente e dei luoghi e un intreccio di sensazioni...
Gloria Corradi, artista
Il cinema si fa subito spazio, nello splendido soffio di immagini in apertura
di un film che celebra l'uomo. E lo celebra sul palcoscenico della vita, l'esistenza concreta, reale e sofferta che è teatro di vicende tanto sottili e segrete quanto proclamate nel vibrante inno allo spettacolo
di una Comèdie Humaine di ogni tempo e luogo.[...]
Dario Carta, Cinemalia.it
Un lavoro che si presta a più livelli di lettura come sono tanti gli ambiti di riflessione (filosofico, religioso, sociale e culturale). Spicca la colonna sonora originale, la cura della fotografia e la forza recitativa degli attori.
Silvia Natella, Recensito.net
Chi ama la sperimentazione nel cinema, si vede offrire
un'occasione assolutamente da non perdere.
Giancarlo Zappoli, Mymovies.it
Angeli e demoni, luci e ombre, Fede e sospetto danzano come
sogni eleganti e trasposizioni surreali nelle suggestive immagini
di un film delicato e generoso che privilegia il respiro aperto
della ricerca interiore e si fa cinema silenzioso e indagatore sull'individuo,
la società che lo accoglie e la realtà da cui è nutrito.
Dario Carta, Cinemalia.it
previous arrow
next arrow
Slider